venerdì 31 luglio 2009

cosa volevi fare da grande?



io da grande volevo fare la psicologa per aiutare i bambini in difficoltà..poi crescendo la vita mi ha portato a interrompere gli studi...studiavo per diventare pedagogista perchè psicologia all'univ della calabria non c'era e ora faccio la mamma e penso che non c'è lavoro o mestiere più bello....e grazie alla mia passione per il punto croce sogno di aprire una merceria..ma penso che questo sia un pò il sogno di tutte noi creative no? adesso se vi va raccontatemi cosa volevate diventare voi da grandi e invece cosa fate ora...magari qualcuna di voi è riuscita veramente a fare ciò che voleva....aspetto curiosa di leggere i vostri commenti..

10 commenti:

Lara ha detto...

.. Cosa volevo fare da grande...??? Bho!!!
Anch'io come te ho cominciato gli studi, ragioneria, perchè le altre scuole erano troppo lontane dal mio paese ed io soffrivo il pulman... Poi ho contunuato con economia e commercio, perchè era relativamente vicina e si andava in treno.... Come te ho abbandonato per l'arrivo dei figli... Ora faccio la mamma, un paio di anni fa ho cominciato a lavorare in un call center ed ora sono segretaria in uno studio medico... Adesso con un poco più di esperienza mi dedicherei volentieri alla medicina, o come te alla pedagogia/psicologia, magari nel campo delledifficoltà di apprendimento dei bambini....
Però ormai l'età è avanzata per cominciare questi progetti!!!
Lara

Becky Bloomwood ha detto...

Da piccola piccola volevo fare la regina. Poi volevo fare l'interprete e ho studiato le lingue. Ora sono assistente esecutivo ma vorrei fare altro: interprete, agente di viaggi, avere una merceria, scappare in Africa e aiutare chi ne ha bisogno...

Mariarita ha detto...

Cara Julia quante belle cose che hai realizzato ultimamente.
Grazie per il bentornata e per gli auguri intervento!!!
Tutto ok.
Allora io ho studiato ragioneria e detesto i numeri...avrei fatto molto volentieri la maestra, ma le magistrali a Sanremo non c'erano e mia mamma non voleva che viaggiassi...ed erano solo 20 km!!!
Avrei voluto studiare lettere moderne, ma Genova era ancora più lontana...mia mamma è sempre stata apprensiva ed io non mi sono imposta.
Ma il mio vero sogno è sempre stato quello di avere una libreria.
Ma rimmarà tale.
Baciuz
Mariarita

Alex ha detto...

Io mi sono avvicinata al mio sogno. Avrei voluto fare l'architetto d'interni, ora faccio la mamma e il geometra, certo non lavoro con gli interni ma il mio lavoro mi piace. Anch'io come molte di voi vorrei aprire un negozietto dove mettere i miei lavori ricamosi, chissà prima o poi.

Silvia ha detto...

sai che è una bella domanda giusto ieri ci pensavo, io lavoro ormai da 5 anni dopo aver finito la scuola, prima come commessa e ora come impiegata e studio lingue ma se ci penso bene non so cosa voglio diventare da grande, e questo purtroppo è un mio problema perchè forse sono indecisa o non voglio analizzarmi per non ritrovarmi a capire che di materiale non so fare niente...
ciao
silvia

HeartStitch Designs ha detto...

Io volevo fare l'artista... e magari stavolta ci riesco :D
Un piccolo premio per te sul mio blog :) un saluto!

Romy ha detto...

Io sono un cancro e con questo ti ho detto tutto ;-)) volubile al massimo ho cambiato idea mille volte... volevo fare la modella, l'hostess, la pittrice astratta (stile Mirò o Kandinsky), l'illustratrice di libri x bambini (3 anni fa ho pure fatto un corso!!) ecc. ecc.....
di lavori ne ho fatti tanti: commessa, pasticcera, macellaia.....
ed ora, come te, faccio solo la mamma e la casalinga, e penso che, finchè dura, sono fortunata xchè (almeno per me) nn c'è cosa + bella....
In cima ai miei sogni c'è quello di diventare, da grande, molto grande, una pittrice che svendicchia un pò i suoi quadri, ma chissà..... è tanto che non dipingo, perciò è anche difficile che si avveri il sogno ahahaah!!!!!
un bacio
e buona domenica ;-)))

pat ha detto...

che dolce e tenero questo messaggio ! grazie per essere passata da me ed entro un paio di giorni prometto di fare - come promesso - l'estrazione per il pensierino.
Un caro e grosso saluto Pat

Gìo ha detto...

Cosa volevo fare io da grande? Esattamente quello che faccio, anche se dicevo di voler fare la segretaria d'azienda perchè le ragioniere non si vedevano ancora (uomini=ragionieri, donne=segretarie). Sono sposata da 29 anni e 1/2, ho 3 figli ormai grandi, lavoro part-time, insegno all'università del tempo libero e cerco di ritagliarmi un poco di tempo per i miei tanti hobby. Ho avuto una pausa di lavoro durata 10 anni per fare la mamma, ma poi ho ripreso perchè fare la casalinga a tempo pieno mi uccide.
Mi ritengo fortunata anche se mi dispiace non aver potuto studiare, i miei non se lo potevano permettere, sono la grande di 10 figli, ma ora insegno all'università, sarà che è quella del tempo libero!!!!!!

SusinaPenelope ha detto...

ciao, grazie per aver aderito al candy di WelcometomyLittleKitchen. conoscevo già il tuo blog, arrivando da link di altri blog, e mi piace molto (sarà perchè mi piacciono i ricami in rosso ;-) ? )
volevo anche rispondere alla domanda del tuo post: io sono fortunata perchè nonostante tutto faccio il lavoro che ho sempre desiderato. mio papà faceva il geometra, e io ho sempre sognato di diventare ingegnere per far le case e lavorare con lui. purtroppo lui non ha fatto in tempo a vedermi laureata, ma sono riuscita a fare ancora di più, perchè non faccio case (o meglio, non sempre dato che lavoro in un porto) ma ho unito alla passione originaria quella (mia e di mio papà) per il mare.
auguro a chi passa di qui di realizzare tutti i propri sogni :-)
susina

il blog dei miei sal dove trovate l'elenco delle partecipanti

il blog dei miei sal dove trovate l'elenco delle partecipanti
e le foto delle vostre creazioni

Etichette